j

Lorem ipsum dolor amet, consect adipiscing elit, diam nonummy.

Follow Us

Search

Filosofia
  -  Filosofia

Esperienza, professionalità, creatività. 

A la fì Olio Evo
Angelo d’Uva Olio Evo
Antica Cantina Ero
LabelDesign

Abbiamo disegnato più di 800 etichette

C’è chi ritiene che i numeri non contino, quando si parla di creatività, ma la nostra esperienza nel campo del label e packaging design, focalizzata in modo particolare sul mondo del food e dell’agroalimentare, sviluppata nell’arco di oltre dieci anni nel soddisfare le esigenze di realtà e mercati differenti ci fa credere di poter elaborare la soluzione che fa per te.

know-how

Sappiamo vedere oltre il monitor

L’etichetta è il vestito di un prodotto. Per disegnare un grande abito non basta conoscere la storia della moda: bisogna conoscere le stoffe, le loro proprietà, padroneggiare le tecniche di taglio e confezione. La nostra dettagliata conoscenza di carta, colori, lamine e un aggiornamento continuo sulle tecniche di stampa ci consentono di prevedere la resa dei nostri progetti prima che passino dal monitor alla carta, ma sono anche un forte stimolo creativo.

Le Stadère Catha Suri
Collezione Privata Cosimo Varvaglione
Nottetempo 100 Barrique – Franco Rizzello
Ziraia – Pantaleo
percorso

Creatività ed efficacia comunicativa

Dell’origine della creatività si sono occupate la filosofia, l’antropologia, la psicologia e le neuroscienze, senza venirne davvero a capo. Un’attenta analisi del prodotto, della realtà in cui nasce, dei mercati ai quali si rivolge e dei loro codici specifici, una profonda conoscenza del linguaggio visivo e delle sue funzioni... Non sappiamo da dove venga la nostra creatività, ma abbiamo ben chiaro cosa sia all’origine dell’efficacia comunicativa.

Esperienza

Un bravo designer è in grado di progettare una bella etichetta. Per un’etichetta che funzioni, è meglio rivolgersi a specialisti.

Il design della fustella, gli accostamenti di colore, la gestione degli spazi e la definizione delle proporzioni tra lettering ed elementi grafici fanno la differenza tra un’etichetta mediocre o già vista e un abito su misura in grado di esaltare il fascino del vostro prodotto e di comunicarne il valore. Le normative odierne richiedono di riportare indicazioni esaurienti sull’origine, le materie prime, la lavorazione, i valori nutrizionali, ma il sale di queste informazioni deve raggiungere l’acquirente prima che si appresti a leggerle, sotto forma di suggestioni. Vestire il prodotto significa richiamare l’attenzione di una fascia ben definita di pubblico, offrendole un assaggio dei colori e dei profumi racchiusi nella confezione, delle atmosfere del luogo d’origine, della storia dell’azienda, della filosofia di chi lo produce.

La Quercia – Galbusera Tre Marie
Due Palme Serre
Birra Spinelli Zefira
Bonsegna Narthos
Metodo

Un’etichetta cool in Australia, potrebbe essere disastrosa sul mercato cinese.

Può darsi che la bellezza sia un concetto universale nell’arte, ma non lo è nella comunicazione. Un nome delicato e poetico in italiano può suonare come una parolaccia in tedesco, e un colore elegante per il mondo occidentale rischia di evocare avvenimenti nefasti in Oriente. L’idea di italianità di uno statunitense non è la stessa di un vietnamita, il senso della tradizione è garanzia di qualità per una certa fascia di mercato ma può annoiarne a morte un’altra. Un prodotto biologico deve essere riconosciuto dai colori e dallo stile del packaging, prima che da certificazioni e bollini, e una linea top deve distinguersi da quella base senza farla sembrare cheap. Il nostro metodo di lavoro, basato sulla ricerca, ci permette di muoverci agevolmente tra i codici specifici e le sfumature linguistiche dei singoli mercati e le loro differenti fasce.

Adriana Adamo

Il fascino per il mondo delle immagini la indirizza verso una formazione classica: la ricerca dell’armonia perfetta tra forma, colore e superficie inizia tra le mura dell’Accademia e prosegue sui monitor dei diversi studi di comunicazione in cui sviluppa la versatilità e l’approccio sartoriale che contraddistinguono il suo modo di interpretare le esigenze dei clienti e tradurre in segno la qualità e la specificità dei prodotti. I premi e i consensi per i suoi lavori rappresentano per lei tappe significative di una traversata della quale non vede ancora l’approdo: il suo progetto migliore è quello che deve ancora realizzare.

Elisa Costa

La sua innata creatività e la passione per tutto ciò che è bello e inatteso e un odio profondo per il già visto e la banalità la portano a coltivare la sua sensibilità grafica, fino alla specializzazione come illustratrice allo IED. Si imbarca giovanissima sul bastimento del graphic design, e il premio per la migliore etichetta all’International Wine Festival di Merano, ricevuto a ventidue anni, le fa capire di essere sulla rotta giusta: vino e food restano infatti i suoi campi d’azione privilegiati. Un amore ripagato da costanti successi e riconoscimenti, come il “Biolpack”, ricevuto nel 2015 per la realizzazione della migliore etichetta per olio biologico.

Mauro Ingrosso

Oltre venti anni di esperienza come web designer e sviluppatore. La laurea magistrale in Comunicazione Multimediale è solo una delle tappe della sua formazione, in costante evoluzione per consentirgli di soddisfare le richieste di un mercato sempre più esigente e di far fronte ai continui cambiamenti della rete. La sua competenza nello sviluppo di progetti ottimizzati in chiave SEO – SEM fa di lui l’uomo adatto a far navigare sicuro chi si affida a Label Design tra le correnti e le tempeste del web.